Jeep Cherokee ha un nuovo motore

Il marchio Jeep, come sappiamo in orbita FCA, è da tempo in serie positiva ed uno di quelli di maggiore successo all’interno del gruppo, risultato questo frutto di alcune scelte particolarmente indovinate che hanno indirizzato verso questo storico marchio numerose immatricolazioni anche sul mercato italiano. Un esempio lampante viene dalla “piccola” di casa, la Renegade, il mini SUV al gusto di crossover prodotto nello stabilimento Fiat di Melfi e che da poco ha superato le 100.000 unità.

Il successo di Jeep si basa in larga parte anche sulle vendite della Cherokee, l’imponente fuoristrada che da sola rappresenta un quarto delle vendite del marchio. Oggi approfondiamo proprio questo modello, da noi già analizzato in occasione del suo totale restyling un paio di anni fa: l’occasione ci è data dall’ampliamento della famiglia dei motori, che di recente è stata completata dal 4 cilindri 2.2, un turbodiesel disponibile in doppia versione da 185 e 200 cavalli.
Un propulsore senza dubbio poderoso, che spinge questa berlinona in maniera vigorosa pur mantenendosi sotto ottimi livelli di silenziosità, e con consumi certo non morigerati ma comunque sorprendenti vista la stazza e la stessa cilindrata, e che consegue quindi tutti i risultati di efficienza per i quali è stato pensato.

Jeep Cherokee con questo nuovo motore e nell’allestimento Limited+, al top della gamma, si configura come scelta riservata naturalmente a portafogli “generosi”, ma non può essere altrimenti per un veicolo come questo, che nella versione citata dispone a bordo di un equipaggiamento di tutto rispetto a partire dall’assemblaggio degli interni che sembra quasi un salotto realizzato ovviamente in materiali di altissima qualità come pelle e plastica morbida al tatto.
La plancia, massiccia come ci si aspetta, accoglie un grande touch screen grazie al quale si gestisce il navigatore integrato e l’intero sistema multimediale, mentre tramite il volante si regolano le opzioni del computer di bordo e del Cruise Control.

Il tutto su una vettura che trasmette un indubbio senso di sicurezza su qualsiasi tipo di strada, grazie alla trazione integrale ed alla possibilità di modulare il tipo di guida per un comfort ottimale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 2 = tre

Email
Print
WP Socializer Aakash Web