Archive for Ford

Ford Mustang HPP: com’è fatta

Ford Mustang: è sufficiente il nome per scatenare nella nostra redazione un misto di emozioni che vanno dall’esaltazione alla bramosia di possederne o quantomeno guidarne una.
Il suo fascino non accenna a calare, anzi, e da quando è disponibile in Europa nella versione riveduta ed adeguata ai nostri standard ed alle nostre normative, qualche speranza in più ce l’abbiamo.

Tra l’altro i riscontri in termini di vendite stanno pienamente dando ragione a Ford, premiando l’investimento compiuto, perché se si paragonano i primi trimestri dell’anno in corso e di quello precedente balza subito all’occhio un +29% in termini di immatricolazioni, con un miglioramento continuo e costante.

Ford Mustang High Performance Package

Il momento per celebrare la sportiva più venduta al mondo – numeri alla mano, con oltre 100.000 unità acquistate – non poteva che essere questo, per cui il marchio dell’ovale blu ha realizzato una versione High Performance Package presentandola al Salone di New York.
Il suo progetto è stato portato a termine in nemmeno 10 mesi, sfruttando il motore 2.3 EcoBoost più potente e derivato dalla Focus RS, da ben 330 cavalli, che naturalmente è stato sottoposto ad opportune modifiche e adeguamenti.

Le prestazioni della Ford Mustang HPP sono superlative, con velocità di punta pari a 248 km/h ma soprattutto con un equipaggiamento che garantisce la migliore gestione possibile di tutta questa potenza.
Il pacchetto completo va infatti ad includere uno specifico impianto di scarico a 4 uscite, ma anche trucchi che accrescono la tenuta di strada, con sospensioni rinforzate, impianto frenante maggiorato, cerchi da 19″.

La sua connotazione estetico-dinamica è volta ad esaltare al massimo il suo carattere aggressivo, per un modello a 4 cilindri che nasce esattamente a 55 anni di distanza dal debutto della prima Ford Mustang, pronto per essere distribuito sul mercato a partire dall’autunno sia in versione coupé che cabrio.

Un nuovo ammaliante look per Ford Ecosport

Quella in atto nel segmento B è una vera e propria guerra senza esclusione di colpi, in special modo tra i marchi generalisti. Nessuno può tirarsi indietro, il rischio è di lasciare campo aperto agli altri contendenti pronti ad approfittarne, e così il Grande Ovale Blu di Ford ha ben pensato di rispolverare una sua proposta come la Ecosport cucendole addosso un abito fatto di maggiore personalità.

Fino ad ora infatti si era quasi “confusa” tra la grande Ford Kuga e la più piccola Ford Edge, non passando del tutto inosservata ma comunque non facendo sfracelli, mantenendosi in punta di piedi e silenziosa tra i dati di vendita.

Eppure il progetto di partenza era molto buono, con una base fatta di tecnologia ed affidabilità alla quale mancava forse solo un po’ di dinamismo, una pecca che in questo restyling è stata risolta in special modo nell’inedito allestimento ST-Line.

Frontale tutto nuovo con mascherina ridisegnata ed ingrandita, e sguardo luminoso ora provvisto di luci diurne a LED. Il tutto in una figura snella ma allo stesso tempo più “muscolosa” e scolpita, in ossequio a un maggiore slancio estetico.

Questa nuova versione di Ford Ecosport ha un abitacolo molto ben organizzato e con un posto di guida completo, nel quale le migliorie sono evidenti non solo in termini di spazio.
Molto buona la posizione di guida, che consente di dominare il traffico, mentre al lancio iniziale dello scorso mese sono stati offerti 3 diversi motori: 1.0 Ecoboost a benzina, un 3 cilindri in varianti da 125 e 140 cavalli, ed il già collaudato diesel TDCi 1.5.
Altri propulsori arricchiranno questa gamma entro giugno, e saranno un altro benzina questa volta da 100 cv ma soprattutto l’annunciato e nuovissimo diesel TDCi 1.5 Ecoblue, interamente realizzato da Ford e l’unico in gamma a disporre della trazione integrale, un motore molto regolare ed anche dalle belle risposte a bassi regimi, con innesti del cambio molto precisi.
Per gli allestimenti, la famiglia è la stessa di Ford Fiesta: Plus, Titanium ed ST-Line.

Il grosso dell’impegno in questo senso Ford lo riserverà, nel corso del 2018, al fronte crossover, dove sono previste le versioni Active non soltanto per la best seller Fiesta ma anche per Focus e Ka.

 

Un grande salto di qualità per la nuova Ford EcoSport

Il 2017 è stato un anno che ha fatto registrare un più che cospicuo salto in alto da parte dei SUV sul mercato europeo: quasi un +24% che ai principali marchi non poteva assolutamente sfuggire!


Se inoltre si considera l’ancora più consistente crescita del segmento B, che si è attestato su un +51% ed è quello che comprende al suo interno anche i crossover compatti, ecco che non stupisce affatto l’impegno profuso da Ford nella progettazione della nuova generazione di EcoSport, disponibile proprio da questo mese, un veicolo del tutto sui generis che si distingue per un’architettura larga, alta ma corta, fino a restare sui 4 metri di lunghezza e che ne fa un gioiello di versatilità a tutto tondo.

Abitabilità e capacità di carico eccellenti convivono in sinergia su un veicolo che è stato sensibilmente migliorato non solo nell’aspetto estetico, ma anche nel suo apparato tecnologico.
La strategia è ben chiara e delineata, e punta a sedurre un pubblico ancora più trasversale grazie a degli upgrade che l’hanno sensibilmente abbellita a partire da ogni componente del frontale mantenendo però la maneggevolezza – anzi accrescendola! – e rendendo allo stesso tempo Ford EcoSport ancora più portata per lunghi viaggi e gite.


Per assetto e comportamento sul misto e in curva, questo nuovo SUV compatto Ford prodotto però in Polonia si segnala per le ottime risposte anche dello sterzo, che fa divertire e non stanca mai restituendo sempre un feedback ben calibrato.

Pregi e virtù sono stati poi moltiplicati anche negli interni, dove si percepisce ora una qualità migliorata non solo per i materiali, più curati e pregiati che sulla precedente versione come si nota al tatto ed alla vista, ma anche per l’ergonomia generale, molto più friendly verso tutti i passeggeri.

Un gran bel progetto insomma, funzionale e con il giusto appeal sia fuori che dentro, e l’ennesimo tassello di una offerta Ford nel settore SUV mai così corposa ed articolata.
Nello stesso filone infatti fanno compagnia ad Ecosport non solo la Fiesta Active ed il Ford Edge, ma anche Kuga ed una novità in cantiere per il 2018 ma ancora non annunciata.
Ci sarà da divertirsi con tanto dinamismo!

 

Una Ford Mustang da sogno: Shelby GT350R

Per chi ci segue assiduamente non è certo un segreto la nostra smodata passione per la Ford Mustang, già più volte protagonista dei nostri articoli soprattutto quando si è diffusa la voce della sua distribuzione in Europa.

Purtroppo la versione del tutto speciale della quale parliamo oggi non la vedremo mai sulle nostre strade perché non ne è prevista l’importazione, ma rappresenta comunque una muscle car dalla quale siamo emozionati: la Ford Mustang Shelby GT350R è stata prodotta sino ad ora in soli 37 esemplari proprio dal reparto Ford Performance, la divisione che si occupa dei modelli più sportivi che vengono classificati come auto da corsa stradali e quindi “legal”, ossia in accordo con le normative di circolazione stradale.

Questa divisione sportiva del brand ha lavorato di cesello sulla GT, mantenendo una linea fedele ai suoi canoni tradizionali con due porte e 2 posti, ma abbassando e scolpendo ancora di più il cofano per ottimizzare l’attrito con l’aria e rendere l’aerodinamica ancora più efficace.
Sempre sul frontale si fa notare un nuovo diverso splitter, e passando alle fiancate possiamo osservare le grandi prese d’aria all’altezza dei passaruota per finire poi con il diffusore sul retro e con l’immancabile alettone in fibra di carbonio.

Tutti questi fattori contribuiscono a tenere inchiodata all’asfalto una vettura che è spinta da un motore da ben 5.200 cm cubici aspirato, che eroga la bellezza di 507 cavalli: da 0 a 100 km/h ci arriva in 4 secondi netti, con una velocità di punta dichiarata di 300 km/h.
Lo schema è quindi tradizionale, con motore anteriore e trazione posteriore, ma la meccanica, l’aerodinamica e pneumatici da 19″ contribuiscono all’assetto di un’auto la cui spinta è davvero impressionante, e che viene reso più preciso anche dall’avanzatissimo sistema di sospensioni ed ammortizzatori con in più un impianto frenante Brembo che serve a tenere a bada il tutto.

Come detto, non vedremo in Italia questo “mostro” della strada, perché da noi sono disponibili le versioni con il motore più normale, l’EcoBoost da 2.3 cc a 4 cilindri da 317 cv oppure il V8 da 421 cv. Ford ammette di venderne circa 30 al mese, anche se è ovvio che questa passione condivisa da una nicchia di nostri automobilisti viene in parte tarpata dalla presenza del SUperbollo.
Per il fascino che sa esercitare Mustang, siamo certi che il suo prezzo non del tutto proibitivo (un massimo di 49.000 €) subisca delle penalizzazioni proprio da questa sovrattassa.

 

Nuova Ford Fiesta cambia le regole

Con l’effettiva commercializzazione avvenuta solo a settembre di quest’anno, dopo una presentazione in grande stile, la Nuova Ford Fiesta è finalmente diventata disponibile per tutti gli italiani che non vedevano l’ora di mettersi alla guida dell’ennesima, nuova generazione di un veicolo tra i più longevi nella storia dell’automobile.

Un’icona per il marchio Ford

Nuova Fiesta incarna in pieno lo spirito ed il motto Ford: Go Further, andare oltre. È stata elevata ancora di più l’asticella rispetto alle precedenti 6 generazioni che comunque fanno di questo modello un’icona per il marchio, quasi al pari della Mustang o del pick-up F-150. Di certo, la storia del marchio Ford in Italia è legata soprattutto al suo nome!


Si è scelto di proporla con un’estetica molto sofisticata ed un’inedita ricercatezza delle forme; non che le antenate fossero poco aggraziate, ma sulla Nuova Fiesta versione 2017 è evidente lo sforzo e l’ambizione di proporsi come manifesto della strategia Ford, che punta a conquistarsi un pubblico esigente e difficile da accontentare.
Cambiano le misure, e con 404 cm di lunghezza questa city-car si rivela di ben 7 cm più lunga della precedente versione superando per la prima volta la fatidica soglia dei 4 metri; ciò si apprezza soprattutto a bordo, dove aumenta lo spazio a disposizione di tutti.

Radicalmente rinnovato e di grande impatto è il design degli interni, dove troneggia un touschscreen che ha quasi le dimensioni di un tablet e attraverso il quale si gestisce tutto l’intrattenimento di bordo, con grande attenzione riservata all’impianto audio.

Le versioni di Nuova Fiesta

Le versioni di Nuova Fiesta sono ben 4, e ciascuna è dedicata ad una specifica clientela, dalla Plus per chi non vuole strafare alla classica Titanium, passando per la sportivissima ST-Line fino ad arrivare alla Ford Fiesta Vignale, immagine stessa della lussuosa raffinatezza, con interni di sopraffina eleganza anche nelle composizioni ed uno stile che esprime maestria costruttiva ad ogni sguardo.
Va detto che nel 2018 debutterà poi la Fiesta Active, con una sorta di “maschera” da crossover: protezioni laterali e rails sul tetto, per captare anche i gusti di chi preferisce mostrarsi a bordo di un SUV, per un’edizione che già si promette come molto dinamica.

Mai l’offerta Fiesta è stata così articolata, si è trasformata quasi in una famiglia di auto tutte con caratteristiche specifiche, il che è un chiaro messaggio rivolto anche alla concorrenza che da sempre deve fare i conti con il suo nome.

Gamma motori e sicurezza

L’asticella delle ambizioni è stata notevolmente innalzata per una vettura che molto spesso in Europa è stata best seller assoluta, e non solo di categoria: parla di queste ambizioni anche la gamma dei motori, estremamente ricca tra benzina e diesel partendo dalle versioni a 3 cilindri 1.0 Turbo e 4 cilindri 1.1 fino a quello spinto a gasolio da 1.5 anche nella versione da 120 cavalli, ma è la piattaforma tecnologica con tutti i suoi innovativi strumenti di assistenza alla guida e sicurezza attiva e passiva a lasciare di stucco.
Tutto è sempre sotto controllo con sensori e telecamere, per prevenire collisioni, cambi di corsia, per aiutare nel parcheggio e molto altro ancora.

La settima generazione di Ford Fiesta ha in definitiva cambiato tutto: noi siamo pronti a scommettere sul suo successo!

 

Scopriamo Nuova Ford Kuga ed il suo stile ancora più cool!

L’estrema personalità nelle linee della nuova generazione di Ford Kuga è stata ulteriormente ritoccata nella seconda metà del 2016, con un frontale rivisto ed un profilo reso ancor più filante ed aerodinamico.


Ford
la presenta con orgoglio come il suo SUV più dinamico, ed in effetti si tratta di un modello che grazie a questo ispirato facelift ha acquistato grandi qualità rispetto all’antenata, con l’asticella della qualità che è stata spostata decisamente al rialzo.
Il suo abitacolo è personalissimo, moderno e molto curato, e sa offrire un convincente confort a tutti gli occupanti non solo in termini di spazio perché tra climatizzatore bizona, Cruise Control e vivavoce Bluetooth di serie su tutta la gamma i viaggi anche lunghi su asfalto si rivelano piacevoli e senza scossoni, anche su percorsi tortuosi. Senza dimenticare il sistema multimediale SYNC 3, ormai un classico ed un distintivo marchio di fabbrica di Ford.

Le dotazioni tecnologiche, come detto, sono all’avanguardia, e riservano ampio spazio alla sicurezza con tra gli altri l’Active City Stop e l’Active Park Assist. Molto particolare il meccanismo che minimizza le prese d’aria anteriori per offrire un’aerodinamica ancor più scorrevole, mentre tra i motori la scelta più azzeccata si rivela essere, come spesso accade per le Ford, il sorprendente Ecoboost 1.5 TDCi, proposto solo con trazione anteriore e non 4WD.
Tuttavia, per chi voglia sfruttare le potenzialità di un mezzo che nasce anche per essere “Allroad” e destreggiarsi su neve, fango e sterrati, suggeriamo la trazione AWD presente con il diesel 2.0 TDCi da 150 cavalli.
L’esperienza di guida nel suo complesso, a bordo della Nuova Kuga, si rivela piacevole, sicura e gratificante, caratteristiche che ad essere onesti condivide con le “sorelle maggiori” come la Edge!

La “Cura Vignale” trasforma ogni Ford in una Premium

È la volta dei SUV Kuga ed Edge!

 

Ford Edge e Ford Kuga sono i due SUV che stanno facendo le fortune del marchio dell’ovale blu: a riprova del loro travolgente successo, arriva una nuova linea che non
può certo essere un restyling, data la giovinezza dei due modelli, ma è un semplice “maquillage” di arricchimento che per entrambi i modelli testimonia il desiderio di
esclusività e di una estrema attenzione ad un pubblico votato all’alto di gamma.

Vignale, la storica carrozzeria italiana, ha cessato le sua attività del 1974 ma il suo marchio è rimasto di proprietà Ford, che lo ha sfruttato associandolo proprio agli allestimenti di lusso ed alle versioni più esclusive della gamma, come è stato per Mondeo o per Focus.
In pratica Ford ha creato una sorta di gamma Premium parallela, accompagnandola con questo nome che evoca un passato glorioso.
Il biennio 2015-2016 è stato in tal senso estremamente fecondo perché ha visto il debutto della Ford S-Max Vignale e della già citata Mondeo, e adesso la “cura Vignale” si è estesa come detto ai SUV Kuga e al recentissimo Ford Edge.
Lo stile è personalissimo, con una dotazione tecnologica senza confronti, assecondando un evidente desiderio di alto di gamma da parte del pubblico come testimoniano i numeri di vendita degli allestimenti Titanium, il top tra quelli “ordinari” Ford.

Fod Edge Vignale

 

Ford Kuga Vignale

 

La classe di questi due modelli è indiscutibile, e si manifesta con dettagli e rifiniture sulla carrozzeria e con un abitacolo che è un trionfo di pelle pieno fiore. Come detto, la tecnologia è grande protagonista a bordo di entrambe le vetture, con un sistema di connettività a comandi vocali SYNC3, ma è realmente sbalorditiva la funzione ANC (Active Noise Control), uno speciale sistema che migliora il comfort a bordo perché è in grado di “neutralizzare” i rumori esterni incluso quello del motore annullandoli con frequenze opposte, per rendere l’abitacolo silenziosissimo.

Una ulteriore riconferma di come il settore delle auto di lusso sia il meno intaccato dalla recessione, perché continua a generare richieste che nel caso di Ford beneficiano anche di una rete di vendita dedicata!

La Nuova Ford Ka+ adesso è più matura

Allargare il pubblico degli acquirenti sul mercato dell’automobile, nel tentativo di offrire veicoli che sappiano conquistare una clientela quanto più possibile trasversale, è una delle strategie di marketing e di sviluppo dei progetti che quasi tutti i principali marchi generalisti stanno perseguendo.
La concorrenza si è fatta sempre più serrata e non è possibile quindi restare inattivi, ma diventa vitale trovare nuovi sbocchi ed allargarli il più possibile!

La più “carina”, piccola e simpatica delle proposte di casa Ford, la Ka, ha sempre posseduto un DNA che ne faceva scelta di elezione per un pubblico prettamente femminile. Forme inconsuete e sbarazzine, misure più che contenute, un passepartout ideale per la jungla urbana dalla linea tutta curve: così ricordiamo la Ford Ka sin dal suo debutto nel lontano 1996, un’impostazione che venne parzialmente mantenuta anche con la seconda serie datata 2008 e che sfruttava la stessa piattaforma dell’appena arrivata Nuova Fiat 500, per cui si presentava ancora con quella linea quasi “ovoidale” e divertente.

Arrivata nel 2016 alla terza generazione, questa utilitaria dal discreto successo si è fatta decisamente più elegante e seria, e ha subito una autentica metamorfosi enfatizzata dall’upgrade del nome, che è diventato Ford Ka+.
La piccola di casa del marchio dell’ovale blu è cresciuta, si è fatta più matura, ha anche guadagnato circa 30 cm in lunghezza e nell’impostazione generale è diventata un’auto più consapevole del suo ruolo che punta a soddisfare necessità più articolate, destreggiandosi con un discreto comfort e una buona disinvoltura anche alle andature autostradali con una certa precisione, ma mantenendo la sua indole agile e pratica nelle strade urbane.

Se rapportato alle dimensioni complessive, l’abitacolo è accogliente, ed il bagagliaio ha finalmente dimensioni degne di tale nome, pur senza strafare. Dopo alcuni test, la versatilità della Nuova Ka+ a quanto sembra è maggiore nella versione con motore benzina 1.2 da 86 cavalli, e l’allestimento Ultimate offre il migliore rapporto tra prezzo e dotazioni includendo anche stereo con presa USB e connessione Bluetooth oltre al climatizzatore.
Adesso si può considerare la Ka+ un’auto per tutta la famiglia e non più per single o coppie, e può sedurre tutti senza distinzioni di genere o di età con questa sua allure più versatile e matura.

 

Ford Edge, obiettivo élite per questo maxi SUV

A partire da questo mese di settembre è possibile ordinare direttamente in rete una grande ed ambiziosa novità da parte di Ford, la cui strategia di marca punta forte sul salto di rango anche in Europa, sfidando con il SUV extralarge Ford Edge i marchi dominanti nel segmento come Audi, Mercedes, BMW.

La decisione è molto meno azzardata di quanto si possa pensare, perché Edge è un SUV di grande taglia che sbarca nel vecchio continente ed in Italia già carico di una bella esperienza e di un glorioso passato di vendite negli States: con un’operazione molto simile a quella già effettuata con Mustang e GT, Ford ha semplicemente adeguato questo 4×4 nelle prestazioni e nella meccanica alle esigenze della clientela europea, orientate su un diverso tipo di risposte da parte di un veicolo. Ciò significa che questa nicchia dorata di Sport Utility extralarge, dal costo che le ascrive ad una fascia abbastanza elitaria, ha da oggi un nuovo agguerrito protagonista, una grande sfida Ford a fronte di un investimento abbastanza contenuto ed a rischi contenuti rispetto al lancio di un veicolo nuovo tout-court.

Il marchio dell’ovale blu ha sempre fatto dell’accessibilità dei suoi listini (vedasi i prezzi delle “colleghe” oversize Kuga ed Ecosport) un vero punto di forza: presentarsi ora con un veicolo che parte da circa 47mila euro nella sua versione più basica è un chiaro segnale dell’intento di Ford, ossiam l’esportazione in Europa anche della sua immagine più “truck” che va per la maggiore in USA.

Il percorso parte proprio da una fascia elitaria, riservata – statistiche di vendita alla mano – soprattutto ad una clientela prettamente business ed orientata alle flotte aziendali. Ford Edge sfiora i 5 metri di lunghezza ed offre una capacità massima di carico di quasi 1.900 litri, ed è stata equipaggiata con tutti i più avanzati ritrovati tecnologici in fatto di sicurezza e comfort di guida: scopriamo così, tra gli altri, lo sterzo adattivo, il controllo della velocità di crociera, l’antirollio ma anche l’infotainment di bordo Sync2.

Solo diesel, come prevedibile, le motorizzazioni proposte, entrambe con trazione integrale intelligente e con l’unica scelta possibile tra i 180 o 210 cavalli. Come annunciato da Ford, la gamma di veicoli “ipervitaminici” punta ad arricchirsi di altre 5 new-entry da qui al 2018, e Ford Edge è solo l’apripista!

Ford Mustang, una vera leggenda su 4 ruote!

Possedere e sfoggiare in Italia una Ford Mustang è stato per lunghi anni un sogno irrealizzabile, ed è da pochi mesi un piacere che in pochi si concedono e si concederanno, entrando in una ristretta ed elitaria cerchia per appassionati ed irriducibili di uno stile “real Yankee” finalmente tradotto in un linguaggio più consono ai sofisticati gusti europei.

Un dato però sorprende su tutti: degli ordini fino ad ora pervenuti, la bellezza del 30% coinvolge la versione con l’esagerato 8 cilindri da 5 litri e ben 421 cavalli, per la quale ci si aspettavano invece richieste con il contagocce in favore del più “ragionevole” e moderato EcoBoost 2.3.
A quanto pare la brillantezza di un simile bestione ha fatto gola a chi, provvisto della “capienza” necessaria per sopportarne gli esagerati costi – a partire dal bollo oversize, per tacere dei consumi – ragiona in termini di tutto o niente, ed ha quindi scartato la versione per così dire tranquilla.

Ford Mustang
in Europa, per quanto se ne vedano ancora pochine, significa avere tra le strade un mito ed un’icona generazionale che va avanti sin dal 1964, e se gli interni offrono un comfort adeguato al terzo millennio proponendo soluzioni del tutto lontane da quelle spartane degli esordi, andarsene in parata ai raduni o sfoggiarla con chi condivide la stessa passione è il più esaltante premio per chi venera il fascino delle sue curve.

Non ci stancheremo mai di ripetere quanto ci entusiasmi sapere che finalmente anche da noi può circolare una simile leggenda a 4 ruote!