Lexus conosce solo l’ibrido

Il marchio Lexus ha, anche in Italia, una sua nutrita schiera di seguaci: si tratta di tutti coloro che desiderano mettersi al volante della comprovata qualità Toyota ed al tempo stesso distinguersi scegliendo il brand dedicato al lusso della casa nipponica.
Sono 5 i modelli Lexus a listino nel nostro paese, e con l’arrivo della Is Hybrid la gamma è diventata completamente omogenea quanto a motorizzazioni: tutti e 5 montano infatti la doppia alimentazione, benzina ed elettrico, a partire dalla più abbordabile Ct fino all’ultra-lussuosa ammiraglia Ls, spinta da complessivi 445 cavalli.

Ci concentriamo stavolta proprio sull’ultima arrivata, la Is, una vettura di certo meno costosa della Ls ma dalle prestazioni seppur più contenute indiscutibilmente molto brillanti, anche perché la spinta del motore benzina è stata rivisitata al rialzo.
Is Hybrid beneficia di generali interventi su scocca ed aerodinamica rispetto alla sua precedente versione che l’hanno resa più leggera e rigida, guadagnando così un look di certo aggressivo, quello di una berlina che gioca a sembrare una coupè, pur sapendo come contenere i consumi almeno finché si resta nel circuito urbano. Non appena però ci si lancia al di fuori ed il tachimetro sale, i suoi 223 cavalli totali si sentono, e crescono anche i consumi.
Parliamo però di un’automobile che, nonostante simili prestazioni, contiene le emissioni di CO2 a 99 grammi, il tutto proprio grazie all’ibridazione.

Con questi 5 modelli, ai quali si aggiungono quelli della gamma “regolare” Toyota, il gruppo si conferma leader incontrastato del settore ibrido non solo per numero di proposte ma anche per la qualità delle stesse!

One comment

  1. [...] di Lexus, il luxury brand di casa Toyota, che in Italia ha deciso di non offrire alternative: o motore ibrido, o niente. Per tutti i 5 modelli della [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 − = uno

Email
Print
WP Socializer Aakash Web