Lexus CT, quando l’ibrido diventa la norma

Abbiamo già avuto modo di parlare della scelta di Lexus, il luxury brand di casa Toyota, che in Italia ha deciso di non offrire alternative: o motore ibrido, o niente. Per tutti i 5 modelli della gamma.

Oggi ci vogliamo soffermare sulla più piccola della famiglia, la Lexus CT Hybrid, quella dal prezzo più abbordabile che vuole sfidare le pari livello tedesche quali Audi A3 o BMW Serie 1; per farsi recepire come validissima alternativa, in casa Lexus hanno sforbiciato nettamente sui prezzi, e sono intervenuti sul progetto iniziale per dare alla CT uno stile da berlinetta più elegante, in sintonia con il family feeling, senza per questo rinunciare al brio caratteristico del segmento.

Anche la meccanica ha subito ritocchi, perché ora il telaio è più rigido, viene offerta una sterzata più precisa e reattiva e l’aerodinamica è stata sensibilmente rifinita.
Tutto ciò non basta a farne una sportiva, ma di certo è una vettura che fa divertire alla guida, anche grazie alle revisioni estetiche nell’abitacolo sottoposto ad un evidente maquillage per accontentare anche i più esigenti.

Lexus CT Hybrid, con il suo motore 1.8 abbinato all’elettrico sincrono, permette anche di divertirsi ogni tanto, soprattutto quando si sfruttano tutti i 136 cavalli innestando la modalità Sport.
Basterà a convincere gli italiani che l’ibrido non è più una scelta di nicchia?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 × = venti quattro

Email
Print
WP Socializer Aakash Web