Nuova Ford Focus, le ragioni di un successo mondiale

È una world car consumata e dal devastante impatto su quasi tutti i mercati: parliamo della Ford Focus, che quando non è la più acquistata si piazza comunque sempre sul podio.

Nel corso del 2015 è andata finalmente in circolazione la sua terza generazione, che ha beneficiato di un restyling volto a renderla più “morbida” nelle linee pur con una nuova impostazione generale più aggressiva del suo frontale. La grande “bocca” trapezoidale, ossia la griglia, è sormontata ora da un cofano molto più scolpito: a guardarla “in faccia”, la nuova Focus si presenta inoltre più bassa e larga, e quindi ancor più grintosa!
Non è una vera rivoluzione però, e l’aspetto viene infatti ingentilito dalle numerose cromature volte a stemperare la cattiveria e mantenere l’aspetto rassicurante di world car adatta anche all’uso familiare.

I ritocchi sono stati molto più cospicui sul fronte degli equipaggiamenti, alcuni iper tecnologici come il parcheggio semiautomatico o l’assistenza elettronica anti collisione, ed un controllo elettronico della stabilità – nome in codice Esc – che include una grande novità, un sistema che controlla e previene il rischio di slittamenti e sbandate nei cambi di direzione. Enhanced Transitional Stability, questo il suo nome, e la nuova Ford Focus è in assoluto il primo veicolo in Europa a montare un sistema del genere.

Non poteva mancare nella gamma dei motori il vero gioiello di casa Ford, l’Ecoboost 1.0 da 3 cilindri con Stop&Start: un motore che eroga 100 cavalli pur mantenendosi su consumi medi eccellenti, 21,7 km/litro, ed è già in linea con la normativa Euro6.
Se tanti, in Europa e non solo, scelgono Ford Focus, vi abbiamo appena fornito una serie di motivazioni che ci sembrano più che esplicative!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ sei = 15

Email
Print
WP Socializer Aakash Web