Con Arona, Seat entra tra i SUV compatti

È una nicchia ambitissima da quasi tutte (o forse tutte!) le case automobilistiche e dai marchi generalisti quella dei SUV compatti, la vera novità di mercato in questi ultimi anni. A giudicare dalle preferenze degli automobilisti, la strategia dei marchi non sembra per nulla campata in aria, anzi: ed anche Seat ha deciso di intraprenderla, debuttando con l’interessantissima e giovanile Seat Arona in questo segmento nel quale ancora mancava una proposta firmata dalla grande S spagnola.

Look giovanile abbiamo detto, in una vettura piccola con i suoi scarsi 4,2 metri di lunghezza ma comoda e spaziosa a dimostrazione di un progetto ben strutturato. La freschezza del suo aspetto trova dei contralti moderatamente “rudi” in una cintura rialzata, nelle barre al tetto e nelle modanature paracolpi, che assieme all’assetto rialzato svelano la possibilità di spostarsi anche in fuoristrada nel tempo libero, anche se la sua formula sobria ma robusta è azzeccatissima per muoversi in città.

Seat Arona viene proposta con due motori benzina, tra cui un 1.0 a 3 cilindri davvero scattante e un 1.5, e con un turbodiesel 1.6, mentre a metà del 2018 arriverà anche la versione alimentata a metano.
Complice l’influenza di Volkswagen, il compromesso tra comfort e rigidità è davvero ottimo, ed Arona si fa guidare con piacere grazie anche allo sterzo leggero ed all’ottima sincronizzazione del suo cambio manuale.

Per coinvolgere ed attirare con successo il mercato, Seat ha dotato questa novità della sua gamma di un cuore tecnologico di tutto rispetto, con un corredo che attorno al touchscreen da 8 pollici fa orbitare Bluetooth, Front Assist, Hill Control oltre ai vari radar e sensori di prossimità con telecamera per la retromarcia.
Naturalmente, questi equipaggiamenti appartengono agli allestimenti top, che includono il massimo della connettività di bordo e persino la ricarica wireless dello smartphone, ma la stessa versione base Reference non manca di dare soddisfazioni con i suoi optional.

Per dirla tutta, con questa novità di Arona Seat sembra aver proposto una soluzione vantaggiosa e di sicuro interesse, che il mercato non mancherà di apprezzare: staremo a vedere quale delle concorrenti le dovrà pagare dazio!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× due = 10

Email
Print
WP Socializer Aakash Web